Come evitare le insidie del web, Facebook lancia "mondoconnesso"

(AGI) – Roma, 12 nov. – Come un percorso a ostacoli, pieno di
insidie, il web e’ un luogo in cui navigare con cautela,
soprattutto quando si condividono dati personali. Per tutelare
la propria privacy su Internet e avere la consapevolezza delle
informazioni pubblicate e’ partito il progetto “Vivere in un
mondo connesso”, sito informativo promosso da Facebook, ma
separato dal social network.
Il sito, i cui contenuti sono stati elaborati tenendo conto
delle indicazioni del Garante per la protezione dei dati
personali, e’ corredato anche da uno strumento di
autovalutazione delle competenze in materia di privacy online,
sviluppato da Unione nazionale consumatori. L’iniziativa fa
parte di un progetto sviluppato su scala europea, tanto che
proprio oggi il sito viene lanciato anche in Francia. Il
progetto e’ stato sviluppato inoltre in Germania e Austria, con
riferimenti e collegamenti ai siti delle Autorita’ di
protezione dati locali.
Raggiungibile all’indirizzo mondoconnesso.info, il sito e’
suddiviso in 3 sezioni: “consapevolezza”, “controllo” e
“protezione”. La sezione “consapevolezza” fornisce indicazioni
agli utenti sul tipo di dati che generalmente rilasciano
nell’ambito delle loro attivita’ quotidiane, come navigare
online, effettuare il check-in in un albergo o un acquisto con
carta di credito, o sottoscrivere una carta fedelta’ in un
negozio. Nella sezione sono forniti anche consigli utili per
decidere se e con quali garanzie condividere i propri dati
personali, in particolare attraverso i social network.
Se il primo passo e’ quello di essere consapevoli dei dati
personali condivisi attraverso le proprie attivita’ quotidiane,
il secondo e’ certamente quello di conoscere gli strumenti per
decidere quali dati condividere, quando, e con chi. E’
l’obiettivo della sezione “controllo”, che si concentra in
particolare sui vari strumenti a disposizione dell’utente e del
consumatore per esercitare, appunto, un maggiore controllo sui
propri dati e scoprire perche’ cosi’ tante aziende chiedono di
poterli utilizzare. La sezione “protezione” e’ rivolta a tutte
le persone che desiderano avere ulteriori informazioni o hanno
bisogno di chiedere aiuto per tutelare la loro privacy. La
prima parte offre quindi un contributo estremamente
dettagliato, sviluppato in collaborazione proprio con il
Garante per la protezione dei dati personali, con consigli e
indicazioni utili per utenti e consumatori italiani. Il sito si
conclude con le risorse messe a disposizione dall’Unione
nazionale consumatori. In un’ottica di partnership, Unione
nazionale consumatori ha sviluppato uno specifico e semplice
strumento di autovalutazione in materia di privacy online,
accessibile dalla sezione “protezione” del sito. Il quiz,
realizzato in collaborazione con Facebook, consentira’ ai
consumatori di valutare le proprie competenze su questi temi e
di approfondirle attraverso le risorse messe a disposizione sul
sito “Vivere in un mondo connesso”.
Al sito potra’ accedere chiunque navighi in rete, anche se
non e’ iscritto a Facebook. “Abbiamo ritenuto interessante
questa iniziativa di Facebook, lanciata anche in Germania e
Austria e oggi in Francia, perche’ consente di raggiungere in
maniera diretta gli utenti dei social network affinche’
prestino sempre maggiore attenzione alla tutela della propria
privacy in rete”, ha sottolineato Antonello Soro, presidente
del Garante per la protezione dei dati personali. “Le pagine
del nuovo sito hanno l’obiettivo di sensibilizzare gli iscritti
a Facebook, ma non solo quelli, a un uso consapevole dei social
network e degli altri strumenti offerti dalle nuove tecnologie.
E forniscono inoltre indicazioni indispensabili per conoscere
quali sono i diritti riconosciuti sul web, le forme di tutela
in caso di violazione della propria privacy”. “In una societa’
sempre piu’ digitalizzata, una corretta informazione su temi
come sicurezza on-line e trattamento dei dati personali e’
fondamentale”, ha dichiarato Massimiliano Dona, segretario
generale dell’Unione Nazionale Consumatori. “Siamo orgogliosi
di questa iniziativa, sviluppata in collaborazione con il
Garante per la protezione dei dati personali e Unione Nazionale
Consumatori”, ha dichiarato Laura Bononcini, Responsabile delle
Relazioni Istituzionali di Facebook Italia – “Si tratta di un
chiaro esempio della volonta’ di Facebook di lavorare con
esperti e istituzioni locali per sviluppare contenuti e
strumenti che possano essere rilevanti per il pubblico
italiano. La tutela della privacy e della sicurezza sono
certamente una assoluta priorita’ per Facebook in Italia e nel
mondo. Altra caratteristica rilevante di “Vivere in un mondo
connesso” e’ quella di andare ben oltre la nostra piattaforma,
fornendo informazioni e strumenti che rendano i consumatori
italiani consapevoli dei dati che condividono nell’ambito delle
loro attivita’ quotidiane online e offline, capendo come
controllarle e come proteggere la propria privacy. (AGI)
Rm2

Vai sul sito di AGI.it
Source: Agi